Ludovica Virginia Roncallo

Parte dal corpo e dalla sua essenza materica il lavoro di Ludovica Virginia Roncallo. Il corpo diventa un puro e semplice medium, senza voler imitare in alcun modo Yves Klein, ma sfruttandone la sua "invenzione", rendendola personale e soggettiva. Quello che ne scaturisce è un'arte frutto di una sorta di performance, in cui la performance stessa è marginale e funzionale all'immagine: questa stessa concezione del corpo e del suo movimento come mezzo, può essere riferita anche ad altri artisti e forse a tutta la storia dell'arte. Cos'è l'arte di Jackson Pollock, se non ciò che resta del suo frenetico movimento? La pittura tutta, nasce dal corpo e dal suo agire. Ma il movimento nasce dalla mente. E' qui che ci troviamo a confrontarci con quello che è il risultato dell'azione. Le impronte di Ludovica Virginia Roncallo nascono da un'emozione e l'emozione è ciò che cercano nello spettatore, diventando una sorta di macchie di Rorschach, in cui non possiamo fare a meno di cercare qualcosa, trovare una narrazione, anche solamente cercando l'identificazione delle parti anatomiche dell'artista. Il nero diventa un colore denso di sfumature intense e sacre, avvicinandosi di più ad una sindone o a delle impronte preistoriche che non al Klein da cui eravamo partiti. Linea sottile che lega e tiene insieme queste opere è un pensiero costante alla fluidità ed all'acqua, in quanto elemento mutevole, di cambiamento, capace di lasciare segni, ma anche di toglierli.

Elena Guarnieri

Canvas

Praeludium_antropometria on natural fabric_150x150cm

Zoomorphia_antropometria on paper_23x23cm

Il primo volo_triptych_antropometria on paper A4

Un jour j'ai commencé à voler_antropometria on cardboard_250x120cm

Senza titolo (Azioni e tensioni dal Bolero di Ravel)_antropometria on fabric_260x150cm

Lacerazione_diptych_antropometria on canvas_40x50cm

Maternità_antropometria on paper_35x50cm

Reflection_antropometria on "tulle" fabric_200x140cm

Untitled_antropometria on natural fabric_260x150cm

Engraving


Amants perdus_detail_white engraving

la libertà si trova solo nei sogni_detail_experimental engraving on zinc plate_35x50cm

Amants perdus_detail_experimental engraving on zinc plate

Reliquiae_experimental engraving on zinc plate_35x50cm

Installations

Esistenza temporanea_river sand and wood_200x200cm

Frammenti_raw clay_variable dimensions

Genesi_site-specific_river sand_environmental dimensions

Exhibitions

Insolitamente (in)solito, mostra colletiva, Spazio Alba Gurtner, Gorizia, 2015

Mostra collettiva XXVIII Concorso per le arti figurative, Associazione Lilian Caraian, Museo Civico Revoltella, Trieste, 2015

ON_WORD_OFF performance di Ludovica Virginia Roncallo, Orchestrazione 22, Portogruaro, Venezia, 2014

Untitled, mostra personale a cura di Manuel Grosso, Galleria Maninarte, Romans d’Isonzo, 2014

Il lavorio dell’anima, mostra collettiva a cura di Alice Ginaldi, Galleria C’Art, Monza, 2014

LOVE_OUT, performance di Ludovica Virginia Roncallo, in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, spazio Alba Gurtner, Gorizia, 2013

Corpora Vacua, mostra personale, presentazione a cura di Alice Ginaldi e Marina Legovini, Spazio Alba Gurtner, Gorizia, 2013

Wunderkammer #2, mostra tripersonale a cura di Alice Ginaldi e Associazione Macross (per lo sviluppo e la creatività urbana), Casa della Confraternita, Castello di Udine, Udine, 2013

DAE Dobia Arte Eventi, mostra colletiva a cura di Rodolfo Degasperi, DobbiaLab, Dobbia, 2013

Appartement, mostra personale, presentazione a cura di Alice Ginaldi e Mattia Campo Dall’Orto, Spazio espositivo La Feltrinelli, Udine, 2013

Palazzo Contemporaneo a cura di ETRARTE, mostra collettiva, Palazzo Contemporaneo Udine, 2013

Wunderkammer, mostra tripersonale, a cura di Alice Ginaldi ,Museo del territorio,Cormòns, 2012

Motus Urbis, mostra collettiva a cura di Artefatto comune di Trieste, Museo Civico Revoltella, Trieste, 2012

Prima classificata al XXV Concorso per le Arti Figurative Fondazione Caraian, Trieste Sala “Arturo Fittke”, 2011

Motus Urbis, mostra collettiva a cura di Artefatto comune di Trieste, Stazione Rogers spazio arte contemporanea, Trieste, 2011

Prunus Avium, mostra tripersonale a cura di Roberto Cantarutti,Galleria Tilt, Cormòns, 2011

VI Biennale Nazionale dei giovani artisti, Museo San Michele degli Scalzi, Pisa, 2011

Decorazione sede FORUM, in collaborazione con A.C.U. Macross, enti commissionari Comune Città di Gorizia e Provincia di Gorizia, marzo 2011

Workshop internazionale EcoGraffiti, Litija, Slovenia, luglio 2010, giugno - luglio 2011

Workshop internazionale Urban Art Meeting, Litija, Slovenia, luglio 2010

Tutor del Laboratorio d’ arte per il progetto interculturale Italia e Albania. Due popoli, un mare,un’amicizia, a cura del Consolato Generale d’Italia a Valona, Albania

About Me

Ludovica Virginia Roncallo artista piemontese, classe 1982, inizia i propri studi artistici diplomandosi in decorazione pittorica presso l'Istituto Statale d' Arte di Acqui Terme, per poi approdare all'Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova dove consegue con lode il diploma in Pittura. Segue inoltre un biennio specialistico in didattica dell'arte presso l' Accademia di Belle Arti di Brera con distaccamento all’Accademia Ligustica di Genova. Cultrice di pedagogia e antropologia, focalizza la personale ricerca sul corpo residuo, ponendo attenzione al corpo nella sua relazione spazio-tempo. I soggetti analizzati si deteriorano, come sottoposti ad una scansione e lentamente la materia lascia spazio all'impronta, testimonianza ultima ed immutabile dell'azione compiuta. Per realizzare le proprie opere l'artista utilizza diversi supporti e materiali, che vanno dalla stoffa ai metalli, dalla sabbia alla carta. Il medium espressivo diventa il corpo stesso dell’artista, la cui azione si consuma in uno spazio intimo ed introspettivo, le cui tracce vengono rilasciate al fruitore. I linguaggi artistici indagati dall’artista coinvolgono la pittura, l’incisione, la performance e l’installazione. Dopo aver compiuto diversi viaggi di formazione in Nord Africa, Sud America ed Albania (dove sviluppa un progetto interculturale per l’Ambasciata Generale d’Italia), si stabilisce a Gorizia dove dal 2010 al 2015 porta avanti la propria ricerca artistica lavorando a importanti progetti transfrontalieri tra Italia-Albania e Italia- Slovenia, collaborando con l’assessorato alle politiche giovanili della Regione Friuli Venezia Giulia, delle provincie di Udine, Gorizia e Trieste, e dei comuni di Cormòns, Gorizia, Monfalcone, Trieste e Udine; ha inoltre aderito alle iniziative artistico-culturali promosse dalle associazioni: Macross A.C.U. Associazione Creatività Urbana di Gorizia, La Corte dell’Arte di Gorizia, Maninarte di Romans, ETRARTE di Udine, Fondazione Caraian di Trieste e Lions Club di Monfalcone. Dal 2012 è insegnante di ruolo presso la scuola media di I grado. Attualmente vive e lavora a Genova.